2. Adotta uno stile di vita attivo

È dimostrato: una regolare attività fisica, anche di intensità moderata, contribuisce a migliorare la qualità della nostra vita.

 

 

Muoversi tutti i giorni ha benefici significativi sulla salute complessiva, fisica e psichica, in particolare:
- aiuta a dimagrire e aiuta a tenere sotto controllo il peso, non solo per le calorie che si bruciano durante il movimento, ma soprattutto per l'aumento della massa muscolare che è la massa metabolicamente attiva (che consuma calorie in ogni momento della giornata, anche mentre dormiamo)
- permette di migliorare la tonicità corporea, grazie all'aumento della massa muscolare e alla riduzione del grasso in eccesso
- migliora la salute, con effetti positivi sulla pressione arteriosa e sui valori nel sangue di colesterolo, trigliceridi e glicemia, che proteggono dalle malattie cardiovascolari, dall'ictus, dal diabete di tipo 2 e da alcuni tipi di tumore
- aumenta la longevità e l'autonomia funzionale
- migliora il tono dell'umore, aumenta l'autostima, riduce la depressione, l'ansia, l'insonnia e lo stress, fattore che si è dimostrato essere concausa dell'aumento di peso e di alcune malattie croniche (ipertensione e conseguente malattia coronarica, ictus e aterosclerosi).




COSA FARE
 
Occorre innanzitutto distinguere tra "stile di vita attivo" e "attività fisica programmata".
 
Con stile di vita attivo si intende inserire il movimento spontaneo nelle attività quotidiane; non occorre infatti essere un atleta o praticare attività prettamente sportive,  per essere fisicamente attivi sono sufficienti semplici movimenti che fanno parte della vita di tutti i giorni, come il camminare, ballare, andare in bicicletta e, perché no, anche fare i lavori domestici. Non bisogna, infatti, fare l’errore di pensare che per muoversi di più sia necessario trovare del tempo dedicato specificamente a questo. In ogni momento della giornata ci può essere l’occasione per fare movimento: andare a piedi o in bicicletta piuttosto che utilizzare l'auto, parcheggiare a 500 mt di distanza dalla nostra meta, scendere una fermata prima in autobus o in metropolitana, fare le scale a piedi al posto di prendere l'ascensore o le scale mobili, portare a spasso il cane, trascorrere il tempo libero passeggiando al parco, in centro città, o giocando in giardino con i vostri figli/fratellini/nipoti, evitando fuori dall'orario di lavoro di passare troppo tempo davanti alla televisione o al computer. Trasformando le normali attività quotidiane in un pretesto per fare un po’ di esercizio, certamente vi muoverete di più di quanto possiate pensare. E' importante che queste attività non vengano vissute come un sacrifico o una costrizione, ma che diventino una piacevole abitudine giornaliera.

E' bene aggiungere al movimento spontaneo un'attività fisica programmata come ad esempio il nuoto, l'aerobica, il calcio, il tennis, la corsa, ma anche la semplice camminata o la cyclette in casa. 
 
 
IN PRATICA

Se sei abitualmente sedentario inizia con calma e sii paziente e costante. Per il mantenimento del peso e la prevenzione dell'incremento ponderale le linee guida raccomandano di dedicare 150-250 minuti alla settimana ad un'attività fisica aerobica di moderata intensità (pari a circa 30 minuti al giorno), mentre per la perdita di peso il tempo da dedicare è 250-400 minuti alla settimana (pari a circa 50 minuti al giorno).
La costanza è fondamentale, in quanto è stato dimostrato che per mantenere gli effetti benefici le "sedute" di allenamento devono essere fatte ad una distanza di tempo massima di 48 ore.
Può risultare molto utile tenere un diario degli allenamenti, che permette di avere maggiore costanza e valutare i traguardi raggiunti e i progressi fatti.