Alimentazione e Cellulite

22 Gennaio, 2015 In questo articolo vi parlerò di cellulite, un problema che interessa ben 9 donne su 10 (e anche qualche uomo!).

Iniziamo con la descrizione tecnica: cerchiamo di capire cos'è la cellulite?
La cellulite estetica (o meglio, panniculopatia edemato-fibro-sclerotica) è una condizione di alterazione del tessuto adiposo sottocutaneo, caratterizzata da un ingrossamento delle cellule adipose e alterazioni dell'equilibrio del sistema circolatorio venoso e linfatico, con rallentamento del flusso sanguigno e ritenzione di liquidi da parte dei tessuti. Può essere accompagnata da senso di gonfiore, pesantezza alle gambe e smagliature.

La causa della cellulite si riconduce quindi ad una alterazione del microcircolo. Quindi per ridurne l'insorgenza e/o ridurne la gravità è importante migliorare la circolazione.

Vediamo quindi quali sono i fattori che aggravano la cellulite e cosa invece è possibile fare per ridurne l'insorgenza.

Fattori aggravanti:
- un postura errata (ad esempio il tenere per molto tempo le gambe accavallate causa compressione dei vasi)
- stare troppo tempo ferme in piedi o sedute (il sangue fatica a risalire dagli arti inferiori causando stasi)
- indossare per molto tempo pantaloni troppo stretti o scarpe con tacco molto alto
- fumare, il fumo infatti ha azione vasocostrittrice quindi peggiora il microcircolo (oltre ad accelerare l'invecchiamento cutaneo e aumentare il rischio di patologie gravi come ictus, infarti e tumori)
- avere dei chili di troppo, essere in sovrappeso o obesi
- un dimagrimento eccessivamente rapido, che causa una riduzione del tono muscolare
- un'alimentazione scorretta, in particolare eccessivamente ricca di calorie, cibi grassi, alcolici e sale
- soffrire di stipsi, colite e gonfiore intestinale

Cosa possiamo quindi fare per ridurne l'insorgenza della cellulite e/o ridurne la gravità?

Sicuramente evitare i fattori di cui abbiamo appena parlato (quindi non fumare, perdere peso nei casi di eccesso di peso,indossare abiti e calzature adatte, evitare di stare troppe ore ferme), accompaganati da:
- fare una vita attiva (in particolare le camminate sono molto utili contro la cellulite)
- bere regolarmente acqua oligominerale, 1,5-2 litri distribuiti nel corso della giornata, che favorisce il ricambio di liquidi
- inserire 3 porzioni al giorno di verdura e 2 porzioni al giorno di frutta, scegliendo in particolare le varietà più ricche in flavonoidi, potenti antiossidanti in grado di rinforzare le pareti dei vasi sanguigni, come i mirtilli, i frutti di bosco, i pomodori, il radcchio rosso, gli agrumi (in genere la frutta e verdura di colore rosso e arancio). I flavonoidi sono contenuti anche nel cioccolato fondente e nel tè verde! Importanti anche la frutta e verdura ricche in vitamina C, come gli agrumi, i kiwi, gli spinaci, i broccoli, i cavolfiori, i pomodori e la lattuga, e i vegetali dalle proprietà diuretiche, come i carciofi, i finocchi, la cicoria e i cetrioli.
- inserire un corretto apporto di fibre, sotto forma di cereali integrali, legumi e frutta secca a guscio
- evitare i superalcolici (moderazione con gli alcolici) e le bevande zuccherate, ridurre i grassi animali (formaggi, salumi, carni grasse) e i grassi industriali (merendine, snack, biscotti, barrette, ecc)
- utilizzare con parsimonia il sale (massimo 1 cucchiaino al giorno) ed evitare i cibi troppo ricchi di sale (salatini, affettati, formaggi, snack)