Il gelato non fa male, basta scegliere quello giusto!

14 Aprile, 2016 Il gelato fa bene o fa male? Fa ingrassare o no? Può sostituire un pasto o è meglio assumerlo come spuntino? Meglio il gelato confezionato o quello artigianale?
Quanti dubbi sul tema gelato! 
Proviamo a fare un pò di chiarezza...
 

E' innanzitutto necessario distinguere tra gelato artigianale e gelato industriale.

Il gelato industriale viene prodotto utilizzando ingredienti a lunga conservazione come latte in polvere, succhi di frutta concentrati, coloranti, emulsionanti, stabilizzanti e aromi (in quanto viene prodotto con mesi di anticipo rispetto al consumo), viene inoltre insufflato di aria.

Il gelato artigianale invece viene realizzato dallo stesso rivenditore e deve essere consumato in giornata, dovrebbe essere prodotto con ingredienti freschi (latte fresco, zucchero, panna fresca, frutta fresca, cioccolato, ecc). Rispetto a quello industriale, il gelato artigianale presenta:
- minor quantità di grassi (6-10% in quello prodotto artigianalmente 8-12% in quello industriale)
- minor quantità d'aria (max 35% negli artigianali, min 70% in quelli industriali)

Dobbiamo fare attenzione però a distinguere il "vero gelato artigianale", prodotto da veri artigiani che utilizzano materie prime fresche (come ad esempio fragole fresche), dal "finto gelato artigianale" prodotto utilizzando miscele pronte o semilavorati ai quali è sufficiente aggiungere acqua o latte.
Capite bene che il tempo impiegato a pulire una cassetta di frutta, a dosare gli ingredienti e creare la ricetta è ben diverso dal versare la miscela pronta nella gelatiera!


Come riconoscere quindi il vero gelato artigianale?
E' necessario verificare:
1 - la lista degli ingredienti (che per legge deve essere esposta)
2 - il colore del gelato, che non deve essere intenso, bensì tenue
3 - preferire gelaterie che dichiarano di utilizzare solo ingredienti freschi (meglio se biologici e locali), e di non utilizzare addensanti, emulsionanti e aromi.

Quando mangiare il gelato?
Il gelato può essere saltuariamente sostituito ad uno spuntino (evitare di consumare il gelato come sostituto del pasto!), preferendo un gusto alla crema e un gusto alla frutta (ad esempio fragola e panna), che risulta più bilanciato dal punto di vista nutrizionale (i gusti alla crema sono più ricchi di grassi, quelli alla frutta di zuccheri).
Tenete presente che un buon gelato artigianale è senza dubbio nutrizionalmente migliore di molte delle merendine che troviamo in commercio!

In questa foto ho confrontato le proprietà nutrizionali e la lista degli ingredienti di un gelato artigianale vero e di un cono confezionato, vorrei farvi notare le differenze in merito a:
- lunghezza della lista degli ingredienti
- presenza nel gelato confezionato di emulsionanti, addensanti, aromi....
- potere calorico rapportato alla grammatura di gelato (120 gr di gelato artigianale apportano 180 kcal, contro le 230 di 75 gr di gelato confezionato!)



Per i più curiosi in questa immagina ho riportato le kcal fornite da 100 gr (un cono medio) di gelato artigianale, nei vari gusti:


 

Ricordo che la rubrica "Il Bello di Mangiare Sano" viene trasmessa in diretta il giovedì mattina su Radio Bellla&Monella, è possibile ascoltare la diretta radio in streaming cliccando qui, e potete intervenire via mail scrivendo a belllaemonella@bellaemonella.it o con SMS e WhatsApp al 393 7366170 



Per restare aggiornato su corretta alimentazione, lettura delle etichette e ricette salutari seguimi sulla mia pagina facebook!