Riso bianco o riso integrale?

04 Settembre, 2013 Il riso bianco si ottiene tramite una particolare lavorazione dei chicchi che ne elimina la crusca ed il germe, mantenendo quindi solo la parte interna del chicco che contiene amido e proteine.

Il riso integrale contiene tutte le parti del chicco, sia la parte interna che quella esterna (la crusca e il germe) dove si trovano fibre, vitamine e minerali. Rispetto al riso bianco contiene infatti il doppio del fosforo e manganese, più del doppio del ferro, il triplo della vitamina B3, il quadruplo della vitamina B1 e una quantità di vitamina B6 dieci volte superiore.

Oltre al maggior valore nutrizionale il riso integrale possiede un maggior potere saziante grazie alla presenza della fibra, è quindi indicato nei regimi alimentari rivolti alla riduzione del peso e può avere effetti positivi sul transito intestinale (migliora la stipsi).

Unico neo, il tempo di cottura: il riso integrale cuoce in circa 50 minuti! La soluzione comunque c'è: in commercio vendono del riso integrale precotto a vapore che cuoce in 15 minuti.

Come gustarlo? Freddo in insalate di riso, caldo come risotti, o in minestroni di verdure e legumi!