La corretta Colazione

17 Aprile, 2014 Sull'immagine vediamo un confronto tra due tipologie di colazione, dove è possibile notare come scegliendo alimenti salutari (yogurt semplice, frutta fresca, pane integrale e marmellata) abbiamo un elevato volume di cibo introdotto mantenendo un basso apporto calorico, mentre scegliendo cappuccino e brioche il volume di cibo è poco e la quantità di grassi saturi potenzialmente dannosi e di calorie è elevata!
 

Perchè è importante non saltare la colazione? 

Numerosi studi dimostrano che chi salta la colazione ha maggiori difficoltà di concentrazione durante la mattinata, riducendo il rendimento lavorativo e scolastico.
E' stata inoltre dimostrata una correlazione tra l'abitudine a fare colazione e l'aumento di peso e circonferenza vita: chi fa colazione risulta avere un peso più basso e una circonferenza vita più salutare, probabilmente dovuto al fatto che fare colazione permette di mantenere il metabolismo attivo e previene i classici "attacchi di fame" a metà mattina o all'ora di pranzo. Mangiare poco al risveglio, o peggio, non fare colazione, significa mandare al nostro corpo segnali di carenza di cibo, ai quali l'organismo risponderà con una riduzione delle calorie consumate, quindi con un rallentamento del metabolismo.
Non ci sono scuse: fare una colazione completa e dedicarci il giusto tempo è solo questione di abitudine e di organizzazione.
 

Quali caratteristiche deve avere una buona colazione?

La colazione rappresenta il pasto più importante della giornata, un vero e proprio pasto che deve essere completo e bilanciato, il quale dovrebbe fornire il 20-25% delle calorie totali giornaliere e assicurare all’organismo un’adeguata provvista di nutrienti per le ore successive della giornata.
 

Quali alimenti scegliere?

A colazione consumiamo dei cereali integrali (pane integrale fresco con della marmellata di qualità, quindi biologica e con almeno il 70% di frutta, cereali da colazione semplici come ad esempio frumento integrale, riso soffiato integrale, porridge di fiocchi d'avena -qui la ricetta-) e un alimento proteico che può essere rappresentato da yogurt semplice (cremoso o greco, verificando le etichette come suggerito qui), della frutta secca (noci, mandorle, nocciole) o occasionalmente da uova, formaggi o affettati, accompagnati da frutta fresca di stagione. Ogni tanto anche una fetta di torta fatta in casa può rappresentare una buona alternativa: visitate la sezione "ricette dolci" per qualche idea! 



Per restare aggiornato su corretta alimentazione, lettura delle etichette e ricette salutari seguimi sulla mia pagina facebook!